Chanel sets the skincare 2019 trends: sustainability, avant-garde formulations and lightweight textures

Chanel-skincare-2019-trend.jpg

Le tendenze skincare 2019 firmate Chanel: sostenibilità, formule d’avanguardia e texture leggere e sensoriali

Ci sono tre cose importanti da sapere sullo skincare Chanel: uno, ha una visione olistica e avanguardista dal 1927, il che già dice tutto; due, fin dalla creazione dei primi prodotti ha strizzato l’occhio alla naturalità e alla sostenibilità; tre, ha sempre messo il focus sulla sensorialità e su quel fattore look good feel good di cui oggi si parla tanto. E se l’anno scorso la Ricerca Chanel aveva puntato tutto su sensorialità e naturalezza, nel 2019 fa un ulteriore step ahead nella direzione della sostenibilità - grazie a un’instancabile ricerca di ingredienti naturali d’avanguardia - e in quella delle texture nuove - più leggere, watery e sensoriali, ma sempre iper-performanti.

L’intervista con Armelle Souraud e Nicola Fuzzati

A raccontarci questi passi avanti della Ricerca Chanel sono Armelle Souraud - Direttore della Comunicazione Scientifica CHANEL - e Nicola Fuzzati - Direttore Innovazione e Sviluppo delle materie prime della Ricerca Chanel, che introducono le quattro novità dell’anno: la Hydra Beauty Water Cream, Sublimage L’Essence Fondamentale e l’Essence Lumière e L’Eau de Teint, un nuovo concetto di fondotinta della linea Les Beiges.


Hydra Beauty Water Cream: quando skincare e makeup si incontrano

 
Chanel Hydra beauty Water Cream
 

Con Armelle Souraud iniziamo dallo scoprire la new entry della gamma Hydra Beauty, la Hydra Beauty Water Cream, un concentrato di idratazione e luminosità dalla texture sorprendentemente watery e fresca. 

Da dove nasce l’idea della Hydra Beauty Water Cream?

Volevamo una texture acquosa che potesse portare conforto ma anche donare all’incarnato unfinish "effetto rugiada", come la luce brilla e si riflette sull'acqua. Da qui nasce l’Hydra Beauty Water Cream.

Gli asiatici lo adoreranno.

Si lo faranno. La creazione di questa nuova sensorialità è stata una grande opportunità per introdurre dei benefici che non avevamo con gli altri prodotti: la Hydra Beauty Water Cream è illuminante, leggera, perfezionante e ideale per preparare la pelle al trucco.

La Hydra Beauty Water Cream si posiziona fra skincare e makeup e i makeup artist Chanel ne sono entusiasti. Possiamo quindi considerarlo un prodotto multitasking?

Con Hydra beauty Water Cream volevamo conquistare sia le donne che vedono l'idratazione come un bisogno fondamentale della pelle, sia le donne che si concentrano maggiormente sul trucco, che vogliono farlo durare più a lungo e dare un boost al glow. Quindi si, è entrambi ed è multitasking.

La Camellia Alba PFA e la Blue Ginger PFA sono ancora i principi attivi star della gamma. Ma cosa rende l'Hydra Beauty Water Cream così appealing?

Abbiamo sempre capitalizzato sui nostri principi attivi star, il Blue Ginger per proteggere la pelle dallo stress e la Camellia Alba per fornire la giusta dose di idratazione. Ma in questa Water Cream abbiamo aggiunto per la prima volta l'acqua di Camelia Alba - che è fondamentale per offrire la freschezza che stavamo cercando - e alcune particelle che riflettono la luce per perfezionare la pelle e renderla più luminosa.

 
Hydra beauty Water Cream
 

Sublimage e gli Open Sky Lab Chanel

Sublimage L'Essence Fondamentale and L'Essence Lumiere

Ora, per introdurre le novità Sublimage bisogna aprire una parentesi sull’impegno Chanel nei confronti della sostenibilità del territorio e qui intervene Nicola Fuzzati - Direttore Innovazione e Sviluppo delle materie prime della Ricerca Chanel - che, dal 2010 porta avanti un progetto di sviluppo di un laboratorio a cielo aperto dove sono stati scoperti dei principali attivi naturali (Solidago e Anthillys che ritroviamo rispettivamente nell’Essence Fondamentale e nell’Essence Lumière) dai benefici talmente sorprendenti che non si conoscono ancora tutti.

Da dove è nata l’idea di scegliere il Sud della Francia come location per il vostro laboratorio a cielo aperto?

Il mio primo laboratorio era basato a Sophia Antipolis e nel 2010 abbiamo iniziato a collaborare con un’associazione il cui unico scopo è la valorizzazione delle piante alpine. Loro ci hanno messo a disposizione gli elenchi di piante e i campioni, noi abbiamo selezionato quelli più promettenti e li abbiamo acclimatati nel laboratorio a cielo aperto. Da qui nasce il nostro programma. 

Avete altri Open Sky Lab?

Si, ne abbiamo uno in Madagascar, uno nel Sud-Est della Francia e uno nel Sud-Ovest e uno anche in Costa Rica. L’idea è di portare avanti un programma a lungo termine per realizzare uno sviluppo veramente sostenibile. Con questi laboratori copriamo le macro-aree alpine, continentali e tropicali.

Ho letto che nel laboratorio nel Sud della Francia state creando cinque estratti, oltre al Solidago e Anthillys quali sono altri?

Ci provi eh? Non si può dire!

Sublimage L'essence fondamentale
Sublimage L'Essence Lumiere

Veniamo ora alle novità Sublimage, L’Essence Fondamentale e L’Essence Lumière, due sieri d’eccezione che, come ci racconta Armelle Souraud, grazie agli estratti di Solidago e Anthillys sono veramente in grado di trasformare la pelle.  

Qual è la differenza tra le due nuove essenze?

Sublimage L’Essence Fondamentale agisce sulla struttura della pelle - il Solidago ha il potere di riattivarne la dinamica cellulare andando a rafforzare e consolidare il reticolo cutaneo - mentre Sublimage L’Essence Lumière lavora sulla luminosità dell’incarnato grazie alle proprietà dell’anthyllis che in natura attinge la sua forza proprio dalla luce naturale.

Come si usano L’Essence Fondamentale e L’Essence Lumière?

Come sieri. Si può usarne solo uno o entrambi; insieme, o uno al mattino e uno alla sera; o di nuovo, uno quando si ha bisogno di un boost di luminosità o l'altro quando si nota un rilassamento cutaneo. Sono prodotti molto flessibili, tutto dipende dalle esigenze.

Chanel Eau de Teint: il fondotinta rivoluzionario

Il nome dice tutto: Eau de Teint, acqua di tinta. E qui non si parla di cambiare le regole del makeup, ma di rivoluzionarle proprio. L’instancabile anima avanguardista della Ricerca Chanel ha superato se stessa con questo lancio: il primo fondotinta che, utilizzando la tecnologia della Microfluidica, sospende in una texture acquosa le particelle di colore. Per capirne di più abbiamo chiesto ad Armelle Souraud, a Nicola Fuzzati ma anche a Silvia dell’Orto - Official Make-up Artist Chanel Italia - di spiegarci di più.

Come vi è venuta l'idea di utilizzare la tecnologia Microfluidica in questa Eau de Teint?

Armelle Souraud — Volevamo parlare del fondotinta in un modo nuovo, non solo dell'effetto wow che può regalare alla pelle, ma volevamo creare un nuovo finish con nuovi benefici, e questa tecnologia era perfetta per i benefici che volevamo ottenere.

Quali sono i vantaggi?

Silvia Dell'Orto — Confort mai visto prima, straordinaria freschezza, una formula impercettibile che può essere modulata a piacere e abbinata a qualsiasi altra texture, ma anche trasparenza totale e una nuova idea di luminosità.

Ma scopriamo di più ascoltando Silvia Dell’Orto.

Siete sempre in anticipo sui tempi.

Armelle Souraud — Sì, vogliamo sempre metterci alla prova, vogliamo creare nuove sensorialità, nuovi benefici e nuove tecnologie.

Ad oggi, molti altri marchi hanno cominciato ad usare la tecnologia microfluidica.

Nicola Fuzzati — Noi siamo stati i primi, abbiamo sviluppato questa tecnologia con la Capsum (una start-up francese ndr) e una volta che siamo usciti gli abbiamo dato la possibilità di lavorare anche con altri. 

Armelle Souraud — Ciò che fa la differenza è che Capsum è l'esperto della Microfluidica ma noi abbiamo portato il nostro savoir-fair, in termini di competenza sul colore, sulle formulazioni e sulla sensorialità perché siamo estremamente esigenti in termini di benefici. È stata una cooperazione interessante.


La nuova tendenza skincare: texture leggere che possono essere abbinate.

Con i nuovi lanci mettete l'accento sulle texture watery e sulla freschezza. È una nuova tendenza verso cui stiamo andando?

Armelle Souraud — Ebbene si, viene da un bisogno che è nato in Asia, ma che sta prendendo il sopravvento ovunque: quello della stratificazione. Le donne vogliono questo, la possibilità di costruire la loro routine di bellezza, vogliono la sensazione fresca, il comfort e i benefici.

Ora non ci resta che aspettare che tutte queste novità arrivino sul mercato e ci conquistino… al primo tocco!


ENGLISH VERSION

Chanel sets the skincare 2019 trends: sustainability, avant-garde formulations and lightweight textures

There are three key facts you should know about Chanel skincare: first, it has an holistic and avant-garde vision since 1927, which already says it all; second, since the creation of the first product the attention towards naturalness and sustainability stands out; third, it has always put the focus on sensoriality and to that look good fell good approach that is so in auge right now.

Today as then, Chanel Skincare is always ahead of the times and, if last year the focus was on sensoriality and naturalness, for 2019 it makes a further step ahead in the direction of sustainability - thanks to an untiring research of natural avant-garde ingredients - and in that of new textures - lighter, watery and sensorial, but always hyper-performing.

The interview with Armelle Souraud and Nicola Fuzzati

To discover more about these steps forward of the Chanel Research I interviewed Armelle Souraud - Director of Scientific Communication CHANEL - and Nicola Fuzzati - Director of Innovation and Development of the raw materials of the Chanel Research - who introduced the four new entries of the year: the Hydra Beauty Water Cream, Sublimage L’Essence Fondamentale and Sublimage L’Essence Lumière and L'Eau de Teint, a new concept of foundation from the Les Beiges range.

Hydra Beauty Water Cream

Let's start by discovering with Armelle Souraud the new entry of the Hydra Beauty range, the Hydra Beauty Water Cream, a concentrate of hydration and luminosity with an unexpected fresh watery texture.

Where does the idea of Hydra Beauty Water Cream come from?

The Water Cream was inspired by how light shimmers and reflects on water, and the objective was to have a watery texture that could bring comfort and that could deliver that “dewy effect”, not shiny or oily but very luminous. The new Hydra Beauty Water Cream is a sort of hybrid product.

Asian people are going to love it.

Yes they will. Creating this new sensorially has been a great opportunity to bring benefits we didn’t have with the other products: the Hydra Beauty Water Cream is illuminating, light revealing, perfecting, and great to prepare skin for makeup.

The Hydra Beauty Water Cream is really positioning between skincare and makeup and Chanel’s makeup artists are super enthusiast about it. Can we then consider it a multitasking product?

The objective is both to target women who think that hydration is the fundamental skin need and women who are most focused on makeup and that want to make it last longer and to boost its glow. This mean that you are right, it is both and it is quite multitasking. It is for the skincare believer and makeup lovers.

The Camellia Alba PFA and the Blue Ginger PFA are still the star actives of the range. But what makes the Hydra Beauty Water Cream so appealing?

We always capitalize on our signature actives ingredients, the Blue Ginger to protect the skin against stress and the Camellia Alba to deliver the right amount of hydration. But in this Water Cream for the first time we added the Camelia Alba water - which is crucial to deliver the freshness we were looking for - and some light reflecting particles to perfect the skin and make it more luminous.

Sublimage, the Chanel Open Sky Lab, and the long term sustainable program

Now, to introduce Sublimage’s new entries we have to open a parenthesis on Chanel commitment towards the sustainability of the territory and here intervene Nicola Fuzzati who, since 2010, carries out a project to develop a open-air laboratory where, the star natural actives of the new Sublimage products have been discovered (Solidago and Anthillys, which can be found respectively in the L’Essence Fondamentale and the L’Essence Lumière), and whose potential is still studied.  

Where did the idea of choosing the South of France as a location for your open-air laboratory come from?

My first lab was based in Sophia Antipolis and in 2010 we started to work with an association whose sole purpose was the development of alpine plants. They have provided us with lists of plants and samples from which we studied and selected the ones that had more potential. This is where our program started, it’s a partnership. 

Do you have any other open sky lab?

Yes, we have one in Madagascar, one in the South-East of France, one in the South-West and one in Costa Rica. The idea is to carry out a long-term program to achieve a truly sustainable development. With these laboratories we cover the alpine, continental and tropical macro-areas.

I have read that in the laboratory in the South of France you are creating five extracts, in addition to Solidago and Anthyllis which are others?

We still cannot say it!

Sublimage L’Essence Fondamentale and Sublimage L’Essence Lumière

Born from this sustainable research, Sublimage L’Essence Fondamentale and Sublimage L’Essence Lumière are two serums of exception that are really able to transform the skin, and Armelle Souraud explains us why.

What is the difference between the two new essences?

Basically the Essence Fondamentale acts on the structure of the skin - the Solidago has the power to reactivate skin's cellular dynamic going  to tighten and consolidate the canvas of skin -, whilst the Essence Lumière works on the glow thanks to the radiance boosting properties of the Anthillys.

How do you use them?

As serums. You can use just one of them or both, together or one in the morning and one in the evening, or again one when you need a boost of glow or the other when you notice a lack of firmness. These are very flexible products, it all depends on your needs.

Chanel Eau de Teint: the foundation that is going to revolutionize your beauty routine.

Now, on the foundation. Chanel is going (again) to change the rules of makeup with the launch of L’Eau de Teint (the name is genius), a groundbreaking foundation that, using the Microfluidics technology, suspends in a watery texture the particles of color. To understand more about it I asked to Armelle Souraud, Nicola Fuzzati and Silvia dell’Orto - Official Make-up Artist Chanel Italia - to explain me why it is so revolutionary.

How did you come up with the idea of using the Microfluidic technology in this Eau de Teint?

Armelle Souraud — We wanted to speak about foundation in a new way, not just by the wow effect you can achieve but we wanted to create a new finish with new benefits and using this technology perfectly made sense since is really linked to the benefits you want to obtain. 

What are the benefits? 

Silvia Dell’Orto— Never-seen-before confort, extraordinary freshness, an undetectable texture that can be builded up as desired and matched with every kind of other texture, total transparency, a new luminosity.

You are always ahead of the times.

Armelle Souraud — Yes, we always want to challenge ourselves for new sensorially, new benefits and new technology.

Well, a lot of other brands are now using the microfluidics technology too. 

Nicola Fuzzati — We were the first, we developed this technology with Capsum (a French Start-up) and once we finished we gave them the possibility to share it with others. 

Armelle Souraud — What is important is that Capsum is the expert of the Microfluidics and we brought our savoir-fair, in terms of color expertise, skincare formulations, sensorially because we are extremely demanding in terms of benefits. it was an interesting cooperation.

The new skincare trend: lightweight textures that can be mix and matched. 

With the new launches you put the focus on watery textures and freshness. Is it a new trend we are going towards?

Armelle Souraud — It comes form a need that was born in Asia but that is taking over everywhere: that of layering. Women want this, the possibility of building they beauty routine, the fresh sensation, the comfort and the benefits.

Now, we just have to wait for these new entries to hit the shelves and to conquer us… at fist touch!