Sensorialità, semplicità e naturalezza: Chanel detta le tendenze skincare

2-Chanel skincare news spring 2018 Armelle Souraud.jpg

 

La moda scrive le tendenze? Lo skincare non è da meno, soprattutto se firmato Chanel. Nell’era del green, del detox e del multi-tasking la divisione cosmetica del brand parigino mette l’accento sulla sensorialità andando, come al solito, ad anticipare le tendenze del settore con il lancio di quattro nuovi prodotti che sconvolgeranno (in positivo) la beauty routine delle donne. 

  • Sublimage L’Extrait de Crème: il trattamento globale per le donne iperattive e iper connesse di oggi, con pelli stressate e indebolite, che vogliono il tutto e subito ma anche il comfort e la piacevolezza di texture innovative e, ovviamente, un solo prodotto per risparmiare tempo (disponibile da Aprile 2018);

 

  • D-Pollution Essentiel, la nuova gestualità anti-inquinamento on-the-go nonché a prima protezione 3D anti-ossidante in spray che agisce anche a livello detox e de-stress, da portare sempre in borsetta per contrastare le aggressioni a cui la pelle è sottoposta nelle grandi città (ma non solo);

 

  • Hydra Beauty Micro Essence, anche definito come “skin appetizer” è quell’ulteriore step che si farà amare sia per la sua fresca azione energizzante sia per il risultato immediato a livello della grana e della texture della pelle;

 

  • Hydra Beauty Nuit Mask, la maschera notturna che conquisterà tutte le donne grazie alla sua capacita di ricreare l’effetto sia sensoriale sia visivo della rugiada sui petali al mattino: per una pelle fresca, riposata e rigenerata come mai prima. 

 

Armelle Souraud parla delle tendenze skincare 2018 sottolineando l'importanza della componente sensoriale feel good, degli ingredienti naturali e della facilità di utilizzo.

A raccontarceli è Armelle Souraud - Direttore della Comunicazione Scientifica CHANEL - che ci spiega come sempre più le donne richiedano prodotti efficaci, intuitivi che abbiamo una buona componente di ingredienti naturali e che diano risultati (praticamente) immediati.

 

Sublimage L’Extrait de crème: la crema viso sensoriale che pensa a tutto

 
1-Sublimage-L'extrait-de-creme-chanel.jpg
 

Nato dal bisogno di offrire alle donne stressate (con pelli stressate) un trattamento a 360 gradi, che fosse facile e veloce eppure performante e sensoriale, Sublimage L’Extrait de Crème svolge un’azione intensiva rigenerante e protettiva grazie ad una concentrazione di Vanila Planifolia senza eguali, e grazie una texture inedita che parla la lingua dei contrasti: densa ma fluida e leggera, fondente ma fresca, vellutata ma non grassa. Sorprendente, insomma.

 
2-Sublimage-L'extrait-de-creme-chanel.jpg
 

Come mai Sublimage L’Extrait de Crème mette il focus sulla sensorialità?

Chanel è stato uno dei primi marchi ad avere un Laboratorio Sensoriale, il che ci ha permesso di sviluppare al massimo il concetto di piacevolezza e di benessere. Siamo partiti dall’importanza delle emozioni e delle sensazioni generate dall’applicazione del prodotto e proprio per questo abbiamo sviluppato un nuovo concetto di sensorialità. Quella di Sublimage L’Extrait de Crème è stata definita dalle tester una texture che crea dipendenza, il che per noi è stato un ottimo feed-back.

L’idea di Sublimage L’Extrait de Crème è quella di una crema “feel good” che faccia tutto. È un nuovo approccio allo skincare di lusso?

Secondo me si, perché questo comunque rientra nelle aspettative delle donne di oggi. Il fatto di avere la possibilità di vivere appieno la propria vita, prendendosi al tempo stesso cura di se stesse, è di certo un lusso, e avere a disposizione dei prodotti che offrano sia il risultato sia il “piacere” risparmiando sul tempo è un approccio che risponde a un nuovo crescente bisogno.

Sublimage L’Extrait de Crème nasce come un prodotto stand-alone? 

Sublimage L’Extrait de Crème è stato pensato per quelle donne che hanno delle vita complicate e che vivono di corsa. È una crema completa a tutti gli effetti, ma volendo può anche essere usata in combinazione a un siero (non esclusivamente Sublimage).

 

Semplicità, sensorialità, efficacia e perché no anche naturalezza.

 
3-Sublimage-L'extrait-de-creme-chanel.jpg
 

Risultato di anni di ricerca, Sublimage L’Extrait de Crème racchiude per la prima volta tutte le frazioni attive della Vanilla Planifolia per un’azione globale su tutti i segni del tempo:

  • le foglie, ricche di cellule staminali, riparano la barriera cutanea attraverso il bio-mimetiscmo; 
  • l’estratto di fiori e l’olio rafforzano le difese naturali; 
  • i bacelli verdi, ricchi di molecole Épheemères di Planifolia, stimolano la rigenerazione e, in combinazione con la Planiflolia PFA, migliorano la longevità, la biodisponibilità e l’attività dei fattori vitali, mentre combinate con le cellule staminali rafforzano la barriera cutanea; 
  • i frutti verdi, ricchi in acqua concentrata di vaniglia, proteggono la matrice extracellulare; 
  • infine, i frutti maturi (Planiflolia PFA) rigenerano intensamente.

È sempre più frequente che le donne over 30 soffrano di acne. Questo può essere dovuto all’”abuso” di prodotti anti-age? Sublimage L’Extrait de Crème può peggiorare questa situazione?

Dipende tutto dalla problematica. Innanzitutto bisogna ricordarsi che quello che gioca un ruolo fondamentale è la pulizia della pelle, ma anche l’idratazione è importante e deve essere mantenuta con delle texture fresche e leggere. Per quanto riguarda i trattamenti anti-age più ricchi, devono essere utilizzati piuttosto la sera, quando la pelle ha bisogno di essere rigenerata e nutrita. Si possono scegliere anche formule intermedie come quella dell’Extrait e la Crème Fine, sempre necessariamente adattate alla circostanza.

 

D-Pollution Essentiel: la protezione anti-inquinamento globale

 
 

Basta uno spruzzo, oggi, per proteggere a 360 gradi la pelle del viso dalle aggressioni urbane. Con D-Pollution Essentiel Chanel inventa un gesto anti-inquinamento globale che, grazie alla texture in brume ultra-sottile e alla semplicità estrema di applicazione, offre un sistema di difesa in tre dimensioni (3D) che:

  • impedisce alle particelle inquinanti di penetrare nella pelle (D-disinquina);
  • limita lo stress ossidativo quindi infiammazioni, macchie scure e rughe precoci (D-destressa);
  • e rinforza il sistema di difesa (D-difende). 
 
3-d-pollution-chanel.GIF
 

Come definirebbe D-Pollution Essentiel? 

Con D-Pollution Essentiel parliamo di trattamento specifico, di una multi-protezione tridimensionale che agisce proprio come uno scudo proteggendo la pelle dalle aggressioni esterne ma che svolge anche un’azione trattamento disintossicante e lenitiva.

Tre azioni, un prodotto. Detox, Destress and Defense. È per questo che la chiamate una protezione 3D? O è perché crea una protezione tridimensionale intorno al viso?

Effettivamente è per tutti e due i motivi, le tre azioni infatti vanno proprio a creare questa rete difensiva che avvolge la pelle. 

Nel formulare D-Pollution Essentiel avete selezionato 5 ingredienti attivi naturali andando anche a preferire una maglia di polisaccaridi a un polimero sintetico. Mantenere un alto livello di ingredienti naturali è un compito facile?

La natura è una fonte di ispirazione unica e ci offre un’infinità di ingredienti caratterizzati sia da un’alta affinità con la pelle sia da un’efficacia senza pari. Con D-Pollution Essentiel l’idea era di trovare gli attivi più appropriati a svolgere delle determinate azioni, mantenendo le performance come priorità. 

Questa componente importante di attivi naturali è dettata da una necessità di mercato o voi ne vedete veramente le potenzialità? 

Chanel ha sempre lavorato molto sul naturale, è un po’ l’eredità delle fragranze che abbiamo poi trasposto nello skincare e nei trattamenti andando ad analizzare le piante per identificare quelle molecole che hanno un vero potenziale per la bellezza e la salute.

Dei precursori, insomma. Eppure la chimica è un fattore importante nello sviluppo di un prodotto efficace. Esiste un giusto equilibrio fra ingredienti naturali e chimici?

Il nostro obiettivo è proprio quello di trovare l’equilibrio tra ciò che può darci la natura, e quindi la massima tollerabilità, e al contempo anche il meglio della tecnologia, per garantire alle donne risultato, performance e massimo confort.

D-Pollution Essentiel ha all’interno ella sua formula due dei vostri ingredienti chiave star: il Silver Needle White tea del La Solution 10 e il Blue Ginger PFA della linea Hydra Beauty. Questa brume nasce quindi dal vostro know how?

Proprio cosi. È stato molto interessante completare l’azione anti-ossidante ad ampio spettro del Blue Ginger PFA con quella calmante del Silver Needle White Tea. È una complementarità inedita che combatte lo stress ossidativo al meglio.

Quale sarà il prossimo passo? Magari una protezione 4D con tanto di SPF 50?

Questa si che è una buona idea, sfideremo il laboratorio! Per il momento si può utilizzare la linea UV Essentiel e, a seconda della situazione, personalizzare la scelta della protezione.

 

Hydra Beauty: la rivoluzione che idrata, protegge, illumina e combatte la fatica 

Caratterizzata da formule rivoluzionarie (vedi microfluidica) e texture che creano dipendenza dall’applicazione, la linea Hydra Beauty di Chanel è, dal giorno del suo lancio, un vero e proprio best seller che oggi si arricchisce di due nuovi booster: l’essenza Hydra Beauty Micro Liquid Essence e la maschera notte Hydra Beauty Masque de Nuit au Camélia. 

Hydra Beauty Micro Liquid Essence

 
1-hydra-beauty-micro-liquid-essence.jpg
 

Il nuovo trattamento liquido di Hydra Beauty, protetto da 5 brevetti, porta la tecnologia microfluidica al servizio delle pelli più esigenti, eliminando alcol e tensioattivi e puntando tutto sulla sensorialità di una soluzione in gel arricchita da microsfere finissimi di cellule fresche di camelia che, appena vengono a contatto con la pelle, liberano i loro nutrienti essenziali - vitamine, glucidi, aminoacidi e lipidi - e le loro virtù idratanti e energizzanti. 

2-hydra-beauty-micro-liquid-essence-a.jpg
3-hydra-beauty-micro-liquid-essence.jpg

Dove si inserisce questo nuovo step nella routine Hydra Beauty?

Prima del siero e dopo la routine di pulizia. Hydra Beauty Micro Liquid Essence impregna letteralmente la pelle per meglio prepararla a ricevere i trattamenti successivi

Può spiegarci il concetto di “essenza” e il motivo per il quale è da considerarsi un passaggio importante nella routine cosmetica?

Hydra Beauty Micro Liquid Essence agisce sulla grana e sulla texture della pelle ma, dal punto di vista sensoriale, svolge anche un’azione energizzante e rinfrescante. È una nuova gestualità che porta il comfort a un nuovo livello grazie all’azione delle microsfere. 

Pensa che le donne accetteranno un nuovo step o che ci vorrà del tempo perché si abituino?

Quello che le donne cercano sono sempre dei prodotti freschi e dei gesti facili che portino dei benefici ma che non richiedano troppo tempo. Cercano intuizione e velocità, ma anche il risultato quindi, anche se poco per volta, le essenze stanno già entrando a fare parte della nostra beauty routine.

Giusto per chiarire il concetto di essenza; Hydra Beauty Micro Liquid Essence si può usare da sola?

No, il rischio è quello di non raggiungere il giusto livello di comfort, bisogna sempre abbinarla a un successivo step idratante.

Hydra Beauty Nuit Mask

 
4-hydra-beauty-masque-de-nuit-au-camelia.jpg
 

La prima maschera idratante ossigenante che, ispirandosi alle perle di rugiada che rivestono i petali di camelia al mattino, ne ricrea la sensazione di benessere e freschezza svolgendo l’effetto disintossicante e riossigenante proprio di questo meccanismo. Grazie alla più alta concentrazione di fiori di camelia della gamma Hydra Beauty, e quindi di zinco, rame e magnesio, la Masque de Nuit au Camelia stimola i meccanismi di ossigenazione delle cellule catturando l’ossigeno che circola nei vasi sanguigni. L’evidenza dell’efficacia? La formazione di fini gocce d’acqua, segno poetico che la pelle sta ricevendo i principi attivi.

 
6--hydra-beauty-masque-de-nuit-au-camelia.jpg
 

Come vi è venuta l’idea di una maschera che riproducesse le micro perle di rugiada e che ne svolgesse le funzioni disintossicanti e riossigenanti?

La fonte di ispirazione è molto forte ed è questo il bello di prendere spunto dalla natura. Volevamo un trattamento che facesse ritrovare la freschezza e cosa c’è di più fresco di un petalo coperto di rugiada? Osservare le piante e il loro comportamento ci ha aiutato a replicare questo fito-meccanismo a livello di skincare, affiancando alla piacevole sensazione delle goccioline di rugiada un’azione idratante e ossigenante. Hydra Beauty Masque de Nuit au Camelia è una proiezione sensoriale dai risultati inediti. 

Come si usa?

Hydra Beauty Masque de Nuit au Camelia si può applicare alla fine della beauty routine, sostituendo o integrando la crema.

Il futuro dello skincare secondo Chanel 

Con questi ultimi lanci avete coperto tutte le macro-tendenze che si stanno delineando nel panorama skincare:  multi-tasking, detox, green… Quale sarà il prossimo step?

È una buona domanda ma purtroppo non posso scoprire troppo le mie carte. Quello che posso dire è che ci sono due universi che stanno sempre più prendendo forma: uno quello della bellezza che è sempre più legato a quello del benessere e che arriveranno a diventare quasi imprescindibili e poi quello della personalizzazione sia dei prodotti sia della routine per poter creare un mondo su misura. Ovviamente la naturalezza rimarrà una priorità, le donne se lo aspettano.