The dark side of Jo Malone - Pomegranate Noir

Il profumo più inaspettato e interessante della linea Jo Malone

Consideratela la fragranza più controversa di Jo Malone, quella che prende le distanze dalle vie più scontate dei fiori e dei frutti e che, per sorprendere l'olfatto, riscrive le regole della profumeria, mettendo in primo piano accordi aspri, bizzarri e assolutamente inaspettati. È Pomegranate Noir (melograno nero) una costruzione visionaria che - almeno nel mio immaginario - ricrea alla perfezione un inesistente lato nero del melograno, gotico, seducente e ottenebrante. La scia di Pomegranate Noir è unica, una firma olfattiva nuova, tanto pungente quanto avvolgente, che travolge i sensi dandogli una scossa vibrante. Forte e prezioso al contempo, Pomegranate Noir sviluppa la sua magia intorno a contrasti e a combinazioni inaspettate. L’apertura, quasi alcolica, mette in primo piano le note più aspre del melograno e del lampone, per poi lasciare spazio agli accordi più inebrianti dei Chiodi di Garofano, dell’Olibano, dell’Opoponax e del Legno di Guaiaco che nel cuore ben si sposano con la freschezza delle note di Mughetto, Gelsomino e Rosa e con la nota spezzata del Pepe Rosa. A chiudere, una sensualità inaspettata connotata dalle note di fondo di Cedro della Virginia, Patchouli, Muschio Animale e Ambra. 

Una costruzione importante che inganna il naso lasciando sulla pelle un traccia misteriosa e mutevole, un’armonia che si divide fra un’animo fruttato e uno di legni e resine. Pomegranate Noir non è una fragranza facile, è più una sfida che parla agli amanti delle fragranze di nicchia, alle persone che si vogliono distinguere. È uno stile che si deve saper portare, non è niente di leggero e spensierato, è un esperimento che, come nella miglior tradizione Jo Malone, si presta anche a un gioco di layering con Vintage Gardenia, per smorzare i toni più cupi dando nuova vita alla fragranza.

Pomegranate Noir è odio o amore, è pura passione.

Pomegranate Noir by Jo Malone - the unexpected twist on a fruity scent 

Consider it as the most controversial fragrance by Jo Malone, the one that distances itself from the most obvious flowery and fruity trails and that astonishes the sense of smell by rewriting the rules of perfumery with a focus on tart notes, bizarre combinations and a totally unexpected outcome.  Pomegranate Noir is a visionary construction that - at least in my imagination - perfectly recreates a nonexistent black side of the pomegranate, gothic, seductive and numbing. Pomegranate Noir trail is unique, is a new olfactory signature, as tart as enveloping, that overwhelms the senses with a vibrant shock. Strong and intriguing at the same time, Pomegranate Noir develops its magic around contrasts and unexpected combinations. The opening, almost alcoholic, focuses on the most sour notes of pomegranate and raspberry, and then leaves the way to the most intoxicating agreements of Cloves, Olibano, Opoponax and Guaiac Wood that at the heart are well combined with the freshness of lily of the valley, Jasmine and Rose and the spicy note of pink pepper. To close, an unexpected sensuality is characterized by base notes of Virginia Cedar, Patchouli, Animale Moss Animal and Amber. An important construction that deceives the nose leaving a mysterious and moody trace on the skin, a harmony that is divided between a fruity and a wood/resins soul. Pomegranate Noir is not an easy fragrance, is a challenge that speaks to niche scents lovers, to people who want to stand out. It is a style that you must know how to wear, it is nothing light and carefree, is an experiment that, as in the best tradition of Jo Malone, also lends itself to a layering game with Vintage Gardenia, to dampen the darkest tones giving new life to the fragrance.

Pomegranate Noir is hatred or love, is pure passion.